Trekking

Trekking

La conformazione dolce dei rilievi della maggior parte delle montagne abruzzesi, consente di poter fare delle lunghe escursioni a tappe o brevi tragitti, sia nelle medie che nelle alte quote. Anche in piena area collinare o nella collina pedemontana, sono possibili belle camminate.

L’interesse paesaggistico è sempre molto alto e spesso, anche da quote medie è possibile scorgere ampi panorami. Le difficoltà non sono mai proibitive, in ogni caso per evitare problemi dovuti all’orientamento, al cattivo tempo, ad imprevisti, è bene farsi accompagnare da guide esperte.

Spesso le escursioni attraversano zone selvagge, a volte di difficile accesso o lontane da centri abitati. Esistono numerosi sentieri tracciati con opportuna segnaletica che è bene seguire scrupolosamente. Il trekking rimane il modo migliore per visitare i parchi, poiché offre la possibilità di avvistare animali rari, di poter osservare, da vicino, piante e fiori e quindi di poter gustare la natura nel modo più profondo. Molti sentieri coniugano all’interesse naturalistico e paesaggistico, quello per l’arte e l’archeologia. Chiese campestri, castelli, conventi, borghi, non di rado costituiscono un ulteriore motivo di attrazione che arricchiscono le escursioni a piedi.

La varietà ed il numero dei sentieri percorribili, è veramente ampio: si va dai sentieri di alta quota, sopra i duemila metri di altitudine, sino a comode passeggiate nelle valli e nelle conche pedemontane.

Da consigliare le escursioni nelle oasi e nelle riserve naturalistiche, dove è possibile trovare percorsi didattici attrezzati, a volte anche per disabili e non vedenti. I trekking nei numerosi valloni e canyons dell’Appennino abruzzese, sono a volte molto impegnativi, ma sempre ricchi di fascino e di visioni spettacolari.

Per chi non ama particolarmente l’avventura, ma vuole comunque immergersi nella natura, sono consigliabili i trekking di media montagna. Numerose sono le proposte di guide, accompagnatori di montagna, cooperative ecoturistiche, che consentono di visitare i grandi parchi nazionali abruzzesi.

No Comments

Post A Comment