Caramanico

Caramanico

Caramanico si stende sull’acclivio d’uno sperone che scendendo dal Monte Amaro, la cima più rilevante della Maiella, separa come un cuneo il letto del fiume Orte dalla profonda valle di erosione dell’Orfento. 


Posta a 700 m di altitudine, protetta dalla barriera climatica delle alte cime circostanti, la cittadina è punto di partenza privilegiata per escursioni naturalistiche e archeologiche, meta irrinunciabile la Valle Giumentina (Abbateggio) dove, sulle rive di un lago scomparso, sono stati rinvenuti manufatti risalenti al Paleolitico.I reperti più interessanti hanno trovato posto in un piccolo museo debitamente allestito all’interno del Centro Visite della Riserva Naturale Valle dell’Orfento, insieme ad altri di carattere naturalistico e che ci Insegnano a ‘leggere”con competenza uno spaccato di natura e storia della nostra regione. Caratteristiche ambientali, bellezze artistiche e un benefico clima di mezza montagna contribuiscono a rendere Caramanico un luogo ideale per la cura idrologica.

La Sorgente “La Salute”

L’acqua salsobromoiodica di Caramanico è la più conosciuta d’Italia per il suo contenuto di idrogeno solforato. La sorgente, denominata La Salute, sgorga copiosa nelle grotte di Santa Croce, appena discoste dal centro abitato, captata e convogliata verso lo stabilimento termale.

L’inaugurazione delle Terme di Caramanico avvenne il 4 agosto 1901, benchè da molti secoli l’efficacia terapeutica delle acque fosse ben nota anche in paesi lontani. Si pensò ad uno sfruttamento dopo le approfondite analisi chimiche effettuate da professori dell’Università di Napoli che rilevarono una forte percentuale di acido solfidrico, molto rara in stazioni termali italiane e straniere. L’acqua è ricca di cloruri, sali calcarei, di solfati e metalli in giusta combinazione.

Sgorga a 30° nella quantità di 260 ettolitri al giorno da un calcare marnoso stratificato. Viene usata a varie temperature per bevande, bagni, inalazioni e deposito per fangature. A circa 300 m. dal paese, sgorga un’acqua minerale, clorurato sodica fredda, dalle indiscusse proprietà diuretiche.

No Comments

Post A Comment